Attualità
il grande evento

Jova Beach Party di Viareggio, l'Anpas rinuncia al servizio sanitario: "Proposta economica non dignitosa"

Proseguono le polemiche intorno al concerto-evento del 2 e 3 settembre a Viareggio con Jovanotti grande protagonista ma Anpas si mette di traverso per il servizio sanitario sulla spiaggia.

Jova Beach Party di Viareggio, l'Anpas rinuncia al servizio sanitario: "Proposta economica non dignitosa"
Attualità Viareggio, 21 Agosto 2022 ore 15:51

Non si placano le polemiche intorno al ritorno del "Jova Beach Party" a Viareggio per i prossimi 2-3 settembre al Muraglione del porto della cittadina della Versilia. Dopo gli scontri con gli ambientalisti e i fondi destinati dal Comune (250.000 euro), ora arriva il monito dell'Anpas che rinuncerà a far arrivare i propri volontari al grande evento per dare assistenza sanitaria agli spettatori a causa di una proposta economia ritenuta inadeguata per coprire la due giorni.

Jova Beach Party a Viareggio, la nuova polemica arriva dall'Anpas Toscana

A darne comunicazione, attraverso una nota all'Ansa, è stato il presidente di Anpas Toscana, Dimitri Bettini.

"L'organizzazione si è presentata con una proposta economica -  ha spiegato - che è stata ritenuta non  dignitosa né adeguata per l'impegno e l'entità dell'attività da organizzare e che non serve neanche a  ripagare il carburante per lo spostamento dei mezzi". "Non possiamo che essere d'accordo con la  decisione delle nostre Pubbliche assistenze della Versilia - ha aggiunto - . E' assurdo che un evento  organizzato a scopo di lucro come il Jova Beach Party, e legato a una delle rockstar nostrane che a più riprese ha manifestato sensibilità verso valori come la solidarietà e l'aiuto del prossimo, stanzi budget  totalmente inadeguati per servizi essenziali come il soccorso sanitario. Non è una questione venale, ma di equità e dignità".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter