Cronaca
il grave episodio

Parla il rider travolto da un'auto a Livorno: "Stop alle consegne con la massima velocità"

Il racconto, direttamente dalla sua voce, del 39enne investito da un'auto a Livorno mentre stava svolgendo il suo lavoro come "rider" ed era intento ad effettuare delle consegne a domicilio.

Cronaca 22 Ottobre 2022 ore 17:52

L'argomento della sicurezza sul posto di lavoro è sempre centrale del dibattito pubblico, specialmente quando siamo di fronte ai "rider", ovvero chi consegna a domicilio cibo richiesto dagli utenti. E, visto il lavoro frenetico che si scontra con il traffico delle varie città, i rischi sono notevole e gli incidenti purtroppo all'ordine del giorno.

Dall'ospedale parla il rider travolto da un'auto a Livorno

E' ancora ovviamente molto scosso Mohamed Jeridi, il tunisino di 39 anni che è stato investito nei giorni scorsi a Livorno da un'auto in corso Mazzini. Le ferite fanno ancora male addosso al "rider" che stava facendo delle consegne a domicilio per il colosso "Glovo". Il pirata della strada, che in un primo momento era fuggito via, dopo qualche ora si è consegnato alle forze di polizia.

L'intervista al 39enne dall'ospedale nel servizio di Italia7.

Seguici sui nostri canali